Le città e i villaggi storici del Minho

Nel Minho potrete conoscere le tradizioni del nord del Portogallo e l’accoglienza della gente di questa terra. Rimarrete affascinati dalle vestigia romane e medievali, dai centri storici ben preservati, dagli edifici barocchi e dai santuari. Quando sarà il momento di una pausa dalla storia, potrete recuperare le forze assaporando l’eccezionale gastronomia tipica della regione. 

CC BY-NC-ND - Associação de Turismo do Porto e Norte, AR

CC BY-NC-ND - Guimarães Turismo

CC BY-NC-ND Município de Braga

 
 
 

Iniziate scoprendo il Minho lungo la costa, partendo da Porto fino a Viana do Castelo in auto o in treno. Apprezzate i monumenti del centro storico e gli edifici in stile contemporaneo della città che, nel 2009, fu considerata la Mecca dell’architettura da parte della rivista Wallpaper. Davvero imperdibile è la salita al Monte di Santa Luzia per godere della vista eccezionale che unisce terra, fiume e mare. Sul monte potrete inoltre visitare la basilica che si ispira alla Cattedrale del Sacro Cuore di Parigi.

Non lasciate la città senza fare una passeggiata per la Praça da República e visitare la fontana rinascimentale in granito, l’antico edificio del Paços do Concelho e l’Edifício da Misericórdia. Dal centro storico, continuate verso il fiume Lima fino alla Praça da Liberdade e quindi lungo il fiume fino alla Biblioteca Municipale disegnata da Álvaro Siza Vieira, uno degli architetti portoghesi più famosi e vincitore del premio Pritzker.

Lasciate Viana do Castelo e dirigetevi nell’interno verso Ponte de Lima, probabilmente il più antico villaggio del Portogallo. Le arcate ogivali del ponte medievale sul fiume sono l’ex libris della città, assieme al Largo de Camões. Qui potrete ammirare la fontana che serviva per rifornire d’acqua la popolazione e la Torre della Cadeia Velha o della Porta Nova del XIV secolo, che oggi ospita mostre temporanee.

Considerato uno dei centri più tipici della regione, Ponte de Lima è il luogo ideale per apprezzare la gastronomia del Minho. Il piatto tipico della zona è l’arroz de sarrabulho (un riso con differenti tipi di carne) accompagnati da rognoni allo stile del Minho, il tutto annaffiato da abbondante vinho verde, un rosso a dispetto del nome, servito nelle tipiche tazze di porcellana. Ci sono poi altre prelibatezze che non vi dovreste perdere, come il caldo verde (una zuppa di patate, cipolla, cavolo e pezzetti di salame) e l’arroz de lampreia (un risotto alla lampreda). Per aiutare la digestione, fate una passeggiata sul lungofiume, per i viali di platani centenari della città.

Nel caso vogliate ammirare la cittadina in chiave più animata, visitatela nel periodo delle Feiras Novas, una festa tradizionale che si svolge a Settembre con spettacoli folkloristici, concerti, concorsi caprini, corse di cavalli, sfilate e la tradizionale processione in memoria della Nossa Senhora das Dores.

“Aqui nasceu Portugal”

Ovvero: “Qui è nato il Portogallo”. Guimarães è popolarmente conosciuta come la “città culla del Portogallo”. Vi sono vari motivi: il primo re del Portogallo, D. Afonso Henriques, nacque in questa città, nei dintorni della quale fu combattuta la battaglia di São Mamede, grazie alla quale si ottenne l’indipendenza dal regno di Castiglia e Leon e si diede origine alla formazione del Condado Portucalense, in seguito Portogallo. Essendo stata scenario di avvenimenti così significativi, come negare che trovarsi a Guimarães sia come viaggiare nel tempo e sentirsi parte della storia del paese?

Iniziate dirigendovi verso il Castello di Guimarães, costruito nel X secolo, per immergervi nell’atmosfera medievale. Per sentirvi poi davvero parte della famiglia reale, visitate il Paço dos Duques de Bragança, una magnifica tenuta del XV secolo che si ispira all’architettura francese e che è riccamente decorata con tappeti, eleganti mobili, porcellane e molto altro. Dal castello, proseguite a piedi fino al Paço dos Duques de Bragança (sono solo 3 minuti). Entrando, ammirate la statua in bronzo di D. Afonso Henriques e immortalate il momento con una foto a fianco del primo re del Portogallo.

Sempre a piedi, scendete fino al centro storico, considerato Patrimonio Culturale dell’Umanità, e perdetevi nelle stradine, nelle spianate e nelle piazze che sembrano uscite da un quadro medievale. Lasciatevi sedurre dalla bellezza del Padrão do Salado, un portico gotico nel Largo da Oliveira, e proseguite fino alla piazza di Santiago, per recuperare le energie in una delle terrazze e osservare il complesso residenziale dei secoli XVII e XVIII.

Non lasciate la città senza prima visitare il Monte da Penha e la torre delle antiche mura, dove troverete l’iconica scritta “Aqui nasceu Portugal” (sita nel Largo do Toural, una delle più importanti piazze della città). Prendete la teleferica in Rua Aristides Sousa Mendes (di fianco al Largo das Hortas e a 5 minuti dal centro storico di Guimarães) e salite a 400 metri d’altitudine in appena pochi minuti. Potrete quindi apprezzare il paesaggio dall’alto della città e cogliere l’occasione per visitare il Santuario di Nossa Senhora da Penha.

Religione e architettura

Esiste un’espressione tipica che gli abitanti del Minho utilizzano con frequenza quando si riferiscono a qualcosa di molto antico: “È più vecchio della Cattedrale di Braga!”. La verità è che a Braga si trova la cattedrale più antica del paese, costruita nel secolo XII per ordine dei genitori del primo re del Portogallo, D. Henrique e D. Teresa, le cui reliquie riposano nella basilica.

Per gli amanti dell’architettura religiosa, Braga è un vero paradiso. La città unisce una diversità sorprendente di edifici inseriti in diversi contesti architettonici: il Paço Episcopal Bracarense e il Palácio dos Arcebispos de Braga, che si trovano nelle vicinanze della cattedrale, varie chiese disposte nel tessuto urbano, principalmente nel centro storico, e non può mancare una sfida alla fede dei pellegrini, ovvero le monumentali scale del Santuario del Bom Jesus. Diversi metri più in alto, vi aspetta la chiesa del Bom Jesus e una vista meravigliosa sulla città. Godete dell’ambiente bucolico e incantevole per riposarvi dopo la salita prima della visita al santuario.

Per chi volesse testimoniare in prima persona lo spirito religioso della città, l’ideale è programmare il proprio viaggio nel periodo pasquale. La Settimana Santa è l’evento religioso più importante della città e culmina con la processione notturna del Senhor Ecce Homo, che si tiene il Giovedì Santo.

Oltre all’architettura religiosa, a Braga potrete osservare edifici in stile Barocco (il periodo che più ha segnato il patrimonio della città) come il Palácio dos Biscainhos, che si trova proprio in centro. Da non perdere, inoltre, sono i resti romani esposti nel Museo Archeologico D. Diogo de Sousa, tenuto conto che Braga è strettamente legata a questo periodo storico, essendo stata fondata più di 2000 anni addietro come sede amministrativa dell’Impero Romano.

La stretta relazione tra Braga e architettura, però, non si limita solo al passato: vale decisamente la pena una visita all’Estádio Municipal di Braga, disegnato da Souto Moura, uno dei più importanti architetti portoghesi, premiato con il prestigioso Premio Pritzker. 

Come arrivare

Esistono vari collegamenti diretti per Porto. Se optate per una compagnia low cost, ci sono rotte da Londra (Stansted e Gatwick), Birmingham, Parigi (Beauvais, Orly, Vatry e Charles de Gaulle), Marsiglia, Dole, Lilla, Strasburgo, Tours, St. Etienne, Bordeaux, Lione, Nantes, Madrid, Barcellona El Prat, Valencia, Milano Bergamo, Roma Ciampino, Bruxelles (Charleroi e Zaventem), Eindhoven, Maastricht, Amsterdam, Ginevra, Basilea/Mulhouse, Dortmund, Francoforte Hahn, Karlsruhe Baden, Norimberga, Amburgo Lubecca, Monaco Memmingen e Dusseldorf Weeze.

Nel periodo estivo, alcune low cost volano da Liverpool, Dublino, Bologna, Tolosa, Clermont Ferrand, Carcassonne, La Rochelle, Limoges, Rennes, Las Palmas, Palma di Maiorca, Tenerife e Brema.

Con le compagnie tradizionali, invece, si può raggiungere Porto partendo da Londra (Gatwick e Heathrow), Madrid, Barcellona, Monaco di Baviera, Francoforte, Parigi Orly, Caracas, Ginevra, Lussemburgo, Amsterdam, Milano Malpensa, Zurigo, New York, San Paolo, Rio de Janeiro, Bruxelles Zaventem, Roma Fiumicino, Toronto e Luanda. In estate, infine, sono attive rotte da Montreal, Brest e Brive.

Una volta arrivati all’Aeroporto Internazionale Francisco Sá Carneiro potrete affittare una vettura e dirigervi verso il Minho: la A28 vi porta a Viana do Castelo percorrendo la costa; la A3 va direttamente a Braga e a Ponte de Lima. Dalla A3 potrete continuare fino a Guimarães lungo la A7. In alternativa, prendete un treno per Viana do Castelo, Braga e Guimarães nel centro di Porto: andate in metropolitana fino alla stazione di Campanhã e, da lì, proseguite in treno.

Be inspired

Choose your journey, find new places, have some fun and create memories for a lifetime.

Maggiori informazioni

Articoli correlati

Città e centri storici di Trás-os-Montes

Maggiori informazioni

Devotion and Religious Festivals in the North of Portugal

Maggiori informazioni