Il Parco Naturale del Litoral Norte

Coniugando mare, fiume, pianure utilizzate come terre coltivate e piccole montagne come punti panoramici, pochi altri luoghi offrono costì tante possibilità come il Parco Naturale del Litoral Norte. A tutto ciò, poi, si sommano le eccellenti condizioni per la pratica di sport nautici. 

CC BY-NC-ND - Município de Caminha

CC BY-NC-ND AssociaçÃo Turismo do Porto e Norte, AR.

CC BY-NC-ND - C.M. Caminha

CC BY-NC-ND - Rafting Atlántico

 
 
 
 

Il Parco Naturale del Litoral Norte comprende la zona marittima tra la foce del Neiva e il borgo di Apúlia, in provincia di Esposende. In questi 18 km di costa troverete spiagge quasi deserte e bianche dune di sabbia, fragili e bellissime, oltre a un mare incantevole, i fiumi e i loro estuari, le pinete, i boschi e i piccoli centri abitati. Questi 476 ettari sono una delle parti più pure e affascinanti della costa portoghese.

Perché andare

  • Paesaggi naturali
  • Attività all’aria aperta
  • Birdwatching
  • Sport

Stiamo parlando di un territorio che strizza l’occhio al mare, e vale davvero la pena scoprire tutte le proposte che ha da offrire. Se amate le sensazioni forti, sarete felici di scoprire che questa è una delle principali zone del paese per la pratica di windsurf e kitesurf(dove una tavola e una specie di paracadute, il “pappagallo”, si uniscono per cavalcare le onde sfruttando la forza del vento). Il merito è, appunto, del vento, che qui soffia frequentemente con più forza rispetto ad altri punti del Portogallo. Troverete dunque varie scuole che offrono la possibilità di provare in sicurezza questi sport radicali.

Se preferite invece un classico bagno in mare, sappiate che questa è una delle principali zone balneari del nord della nazione. Le spiagge di Ofir, Esposende e Apúlia sono abbastanza animate, ma è anche possibile incontrare spiagge tranquille bagnate da acque trasparenti, dove potrete camminare in tutta tranquillità come la spiaggia di Belinho o di Rio de Moinhos.

I principali corsi d’acqua del parco sono i fiumi Neiva e Cávado, dove pure potrete tuffarvi o dedicarvi agli sport acquatici. Il Cávado, disponendo di un estuario piuttosto ampio, è molto utilizzato per la pratica della canoa: non vi sarà dunque difficile trovare varie scuole dove apprendere le basi di questo sport.

Cosa fare

  • Scoprire le grandi spiagge nascoste dietro le dune di sabbia bianca.
  • Visitare i mulini a vento di Apúlia, un piccolo centro dove la tradizione agricola si fonde con quella dei pescatori.
  • Osservare flora e fauna degli estuari dei fiumi Cávado e Neiva.

La spiaggia e i mulini Apúlia

Una lunga spiaggia e dune di sabbia finissima che fanno da scenario a un gruppo di mulini a vento, non più utilizzati per macinare i cereali e convertiti in alloggiamenti turistici. Questo è il paesaggio idilliaco di Apúlia, una delle spiagge più scenografiche del Parco del Litoral Norte.

Le acque di Apúlia sono molto ricche di iodio e, per questo, vi è una grande abbondanza di alghe marine. Durante molti anni, la raccolta di queste alghe, che i locali chiamano sargaço, era un’attività tradizionale che occupava la popolazione specialmente tra luglio e settembre.

È stato così che è nata la figura popolare del Sargaceiro da Apúlia, con un vestito e utensili appropriati per affrontare le onde del mare e raccogliere le alghe. Le donne avevano il compito di trasportare il sargaço dalla spiaggia fino alla zona prescelta per farlo seccare. Le alghe erano poi utilizzate come fertilizzante nelle coltivazioni dei dintorni.

Dopo un ultimo sguardo ai mulini della spiaggia, proseguite verso sud lungo il “Percurso das Masseiras” (6.9 km piuttosto facili). Lungo questo itinerario, potrete osservare la masseira, una forma unica di agricoltura inventata nel XVIII secolo e che consiste nello scavare la terra attorno alle dune fino a raggiungere il limite delle acque sotterranee che scorrono nella regione. Con l’acqua del sottosuolo, i prodotti ortofrutticoli non vengono a necessitare di grandi quantità extra d’acqua o di fertilizzanti.

Cosa devi sapere

  • Grazie alla prossimità dell’oceano Atlantico, le temperature sono amene durante tutto l’anno.
  • I mesi da ottobre a marzo sono i più indicati per l’osservazione degli uccelli acquatici presso gli estuari del Cávado e del Neiva.
  • Il borgo di Apúlia, punto di partenza per le visite al Parco Naturale del Litoral Norte, si trova a solo 45 km da Porto.

Proseguite quindi fino alla laguna di Apúlia, scelta per la nidificazione e il riposo durante la migrazione da svariate specie di volatili. La vegetazione attorno alla laguna è costituita essenzialmente da un grande canneto. Lasciate quindi la laguna e dirigetevi verso il centro di Apúlia, attraversando piccole foreste di salici, querce, pioppi e passando a lato dei campi coltivati.

Per recuperare le energie spese nel corso della passeggiata, niente di meglio che uno dei ristoranti del borgo. Il pesce grigliato è sempre un’eccellente scelta in una località di mare. Accompagnatelo con verdure coltivate nella regione e annaffiatelo con un rinfrescante bicchiere di vino bianco della regione dei Vinhos Verdes.

Tra fiume e cielo

Le aree di maggior biodiversità del Parco Naturale del Litoral Norte si estendono per gli estuari dei fiumi Cávado e Neiva. In questi estuari troverete specie come la lampreda o l’anguilla, e potrete inoltre osservare il germano reale, l’airone dal cappuccio o il marangone.

Nel parco troverete inoltre varie pinete, tra cui spicca quella di Ofir, ideale per ammirare la flora locale e riposare all’ombra nelle calde giornate estive. Dopo una meritata pausa, attraversate il ponte metallico di Fão e spingetevi fino a Esposende, più concretamente fino a Vila Chã, per visitare Castro de São Lourenço.

Castro è un piccolo centro abitato costruito nell’Età del Bronzo e occupato poi nell’Età del Ferro, nel periodo romano e anche nel Medioevo. Oggi è stato attentamente recuperato e potrete così visitare i resti delle case costruite sul monte di São Lourenço.

Cosa fare

  • Scoprire le grandi spiagge nascoste dietro le dune di sabbia bianca.
  • Visitare i mulini a vento di Apúlia, un piccolo centro dove la tradizione agricola si fonde con quella dei pescatori.
  • Osservare flora e fauna degli estuari dei fiumi Cávado e Neiva.

Prima di ridiscendere verso valle, apprezzate il paesaggio, specialmente il verde dei campi, l’azzurro del cielo e il blu del fiume e del mare. Fate quindi ritorno a Esposende per rilassarvi in una delle terrazze del centro e assaporare il dolce più famoso della regione, le clarinhas (pasta sfoglia con un ripieno di marmellata di zucca siamese e tuorlo d’uovo).

Le feste e le processioni popolari sono un patrimonio importante della regione: la processione più famosa è quella di São Bartolomeu do Mar. Tutti gli anni, il 24 di agosto, migliaia di persone visitano la località per un “bagno santo”, un rituale che prevede un tuffo in mare per i bambini, sperando che così vincano definitivamente le loro paure.

Come arrivare

Esistono vari collegamenti diretti per Porto. Se optate per una compagnia low cost, ci sono rotte da Londra (Stansted e Gatwick), Birmingham, Parigi (Beauvais, Orly, Vatry e Charles de Gaulle), Marsiglia, Dole, Lilla, Strasburgo, Tours, St. Etienne, Bordeaux, Lione, Nantes, Madrid, Barcellona El Prat, Valencia, Milano Bergamo, Roma Ciampino, Bruxelles (Charleroi e Zaventem), Eindhoven, Maastricht, Amsterdam, Ginevra, Basilea/Mulhouse, Dortmund, Francoforte Hahn, Karlsruhe Baden, Norimberga, Amburgo Lubecca, Monaco Memmingen e Dusseldorf Weeze.

Nel periodo estivo, alcune low cost volano da Liverpool, Dublino, Bologna, Tolosa, Clermont Ferrand, Carcassonne, La Rochelle, Limoges, Rennes, Las Palmas, Palma di Maiorca, Tenerife e Brema.

Con le compagnie tradizionali, invece, si può raggiungere Porto partendo da Londra (Gatwick e Heathrow), Madrid, Barcellona, Monaco di Baviera, Francoforte, Parigi Orly, Caracas, Ginevra, Lussemburgo, Amsterdam, Milano Malpensa, Zurigo, New York, San Paolo, Rio de Janeiro, Bruxelles Zaventem, Roma Fiumicino, Toronto e Luanda. In estate, infine, sono attive rotte da Montreal, Brest e Brive.

Da Porto a Apúlia, punto di partenza per la scoperta del Parco Naturale del Litoral Norte, sono poco più di 40 km, che possono essere percorsi in auto lungo l’autostrada A28. In alternativa, potete procedere lungo la nazionale 13 che passa di fianco a varie città del litorale, prima di arrivare nel cuore del parco naturale. 

Be inspired

Choose your journey, find new places, have some fun and create memories for a lifetime.

Maggiori informazioni

Articoli correlati

Il Parco Naturale di Montesinho

Maggiori informazioni

Il Parco Naturale dell’Alvão

Maggiori informazioni

Passeggiate a cavallo nel Parco Nazionale di Peneda-Gerês

Maggiori informazioni

Il Parco Naturale del Douro Internazionale

Maggiori informazioni