Top 10 del Douro

Considerato patrimonio mondiale dell’UNESCO, l’Alto Douro Vinhateiro è dove si produce l’eccellente vino di Porto, noto in tutto il mondo per la qualità e il sapore tipico. In questa regione, la prima del mondo ad ottenere la demarcazione, la secolare tradizione viticola ha modellato un paesaggio culturale di incredibile bellezza. Percorrendo il fiume Douro in barca, potrai fare tappa nelle varie fattorie della regione per assaggiare un buon calice di vino di Porto.

Associação de Turismo do Porto CC BY-NC-SA

Associação de Turismo do Porto CC BY-NC-SA

Associação de Turismo do Porto CC BY-NC-SA 3.0

Associação de Turismo do Porto CC BY-NC-SA

 
 
 
 

Perché andare

  • Ristoranti
  • Patrimonio
  • Storia
  • Gastronomia e vini
  • Paesaggio naturale
  • Osservazione di uccelli

I vini e le fattorie

Le cantine e le fattorie del Douro sono il luogo ideale per conoscere la storia vinicola del paese. Visita una “quinta” per scoprire tutti i segreti della produzione del prezioso nettare della regione. Potrai alloggiare in una casa tradizionale del Douro e immergerti nella natura, oppure optare per un hotel, che magari un tempo era una cantina, o ancora scegliere un alloggio più moderno, ma perfettamente integrato nel contesto naturale.

Nella regione demarcata, ci sono varie fattorie centenarie che oggi si dedicano allenoturismo, in cui è possibile alloggiare, passeggiare per i vigneti, visitare i siti di produzione, acquistare o assaggiare vini, partecipare a cene tematiche e assistere o partecipare alla vendemmia.

Se visiti il Douro nei mesi di settembre e ottobre, non perdere lopportunità di partecipare alla raccolta delluva per scoprire tutti i dettagli di una tradizione che si è tramandata di generazione in generazione. Le vendemmie sono unesperienza unica per sentire laroma delle vigne, condividere lallegria dei canti popolari dei lavoratori e, in definitiva, gustare un bicchiere di vino del Douro con occhi del tutto nuovi.

Sempre restando in tema di vini, oltre al vino di Porto, vale la pena assaggiare gli altri vini DOC (Denominazione di origine controllata) del Douro, come il moscatello di Favaios e lo spumante di Távora-Varosa.

Gastronomia

Lincanto del Douro inizia a tavola, dove i migliori piatti della cucina regionale e i dolci conventuali accompagnano perfettamente i vini DOC. La gastronomia è indubbiamente degna dei vini regionali.

Fra le specialità regionali: le salsicce, i formaggi di vacca e di pecora, il prosciutto e la famosa Bôla de Lamego (ripiena di carne e formaggio), per non dimenticare il capretto con patate e riso al forno, la zuppa di carne di agnello, il riso con puntine di maiale, il bollito alla portoghese, gli sgombri, i pescetti di fiume, languilla e la zuppa di Eirós.

La lista di dolci è lunghissima: ci sono i milhos doces, i dolcetti allolio, le Cavacas (dolcetti in pastella), il biscotto di Teixeira, i dolcetti di Santa Clara e molti altri doci di origine conventuale.

Ti piacerà

  • Riposare nelle fattorie in riva al fiume e vivere la tradizionale accoglienza portoghese.
  • Percorrere il Douro in treno come allinizio del XX secolo.
  • Fare tappa alla stazione di Régua, la più importante della regione, e di Pinhão, una delle più belle del paese, con facciate di azulejos e una wine house allinterno.
  • La gastronomia e i vini duriensi.

Lartigianato

Scopri larte, le tradizioni e i costumi dellaudace popolo duriense. In una terra in cui la vita ruota intorno alla viticoltura, la fabbricazione di utensili domestici e agricoli ha agevolato, nel corso degli anni, la vita della popolazione locale. Le tradizioni di un tempo si sono tramandate di generazione in generazione, tanto che ancora oggi è possibile incontrare, in qualsiasi bottega di artigianato, zoccoli di legno e curiosi oggetti in metallo, pietra e ceramica.

Le donne ricamano e creano cesti e copricapo di vimini e paglia. Lavorano la lana e creano magnifiche coperte in lino, ricami e merletti.

Gli uomini si dedicano ai lavori più pesanti, come la carpenteria, il fustame e il vasellame.

Fai un salto al tipico quartiere nero di Bisalhães (Vila Real) dove troverai le maschere di legno di Lanzarim, dipinti su ceramica con le tipiche decorazioni azzurro, e calze, coperte e tappeti di lana.

Tradizioni e feste popolari

La vita nel Douro non è solo lavoro, ma anche festa! E molte volte le due cose vanno a braccetto. Le feste popolari sono una costante della regione e seguono lalternarsi delle stagioni. Sono unottima occasione per vivere lospitalità e lallegria spontanea della gente di questa terra.

Seguendo il ritmo delle colture, ci sono le feste delle vendemmie, del ciliegio in fiore, della mela, della castagna, della mandola, e tante altre.

Una delle feste più note del Douro, e una delle più tradizionali del paese, è il Carnevale di Lanzarim (Lamego).

Le feste dei Santi popolari si susseguono nel corso dellestate e quasi tutte le settimane c'è una festa dedicata al patrono di un paese o villaggio.

Ci sono poi le feste mariane, come quella di Nossa Senhora dos Remédios (Lamego), di Nossa Senhora da Pena (Mouçós, Vila Real) e di Nossa Senhora do Socorro (Peso da Régua).

Itinerari in treno sulla linea del Douro

Visita il Douro a bordo di un treno a vapore e gasolio, come allinizio del XX secolo. Le locomotive e le carrozze storiche che oggi trasportano i turisti sono la memoria dei collegamenti del passato e del commercio del vino di Porto. La velocità è sempre la stessa, cioè 30 Km allora.

La Linha do Douro, che collega Porto a Pocinho, è una grande opera di ingegneria che vince gli ostacoli naturali attraversando 26 gallerie e 30 ponti. Il risultato è un percorso indimenticabile alla scoperta di scenari impressionanti e immensa tranquillità.

Cosa devi sapere

  • Chiedi informazioni al Museu do Douro di Régua, o agli uffici del turismo per sapere dove acquistare i vini della regione.
  • Percorri la Linha do Douro in treno partendo da Porto o dalla centenaria stazione di São Bento, e combina allintinerario a un tragitto in barca.
  • Nel Douro, soprattutto nella zona del Douro Superior, le temperature sono estreme: destate, superano i 40º C e dinverno scendono sotto lo zero.
  • Lofferta di enoturismo e turismo negli spazi rurali del Douro è grande.
  • Ci sono molti negozi in cui acquistare non solo souvenir, ma vere e proprie opere darte.
  • Destate, quasi tutte le settimane, c'è una festa dedicata al patrono di un paese o villaggio.

Crociere lungo il Douro

Raggiungi in barca le fattorie in cui si produce il famoso vino di Porto. Partendo da Porto, potrai navigare lungo il Douro, in uno o più giorni, in base alla distanza che desideri percorrere.

Dal fiume, che fino alla fine del secolo XIX era la principale via di accesso allentroterra e la via di trasporto dei barili di vino, la vista è davvero eccezionale. Le belle rive rocciose della valle del Douro, in cui si stendono i vigneti, iniziano nei pressi di Barqueiros e si snodano fino a Barca d'Alva, offrendo uno dei più impressionanti paesaggi rurali costruiti dalluomo.

Potrai scegliere fra una breve escursione in Rabelo (imbarcazione tipica del Douro) o una crociera di alcuni giorni a bordo di una barca-hotel. In ogni caso, lesperienza sarà indimenticabile!

Patrimonio monumentale

Se prediligi un itinerario più culturale, il Douro offre un patrimonio davvero interessante. Dal Santuario di Nossa Senhora dos Remédios di Lamego, alla Casa de Mateus di Vila Real, passando per il Monastero di Tarouca, sono innumerevoli i siti di interesse culturale della regione.

Settecento gradini portano al più bel santuario barocco del Portogallo con la sua enigmatica torre medioevale. Sono due simboli di unantica città aggrappata alla montagna. Lamego è stata a lungo contesa da mori e cristiani. Dopo aver percorso le sue strade impervie e pittoresche, con le case che spuntano dalle muraglie medioevali, potrai fare una sosta ristoratrice gustando il saporito prosciutto di Lamego per poi tornare in centro e visitare la Cattedrale della Sé.

A Vila Real, fai attenzione alla graziosa costruzione che spicca dal paesaggio e che, fra il XVII e il XIX secolo, è stata residenza di molte famiglie nobili. Visita il centro medioevale della città, passeggia per il Giardino della Carreira e sali lalto del Calvário, che offre una bella vista sulla città e sulle serre di Marão e Alvão.

A circa 3 km dalla città, potrai visitare uno dei più bei gioielli del barocco portoghese: il Palácio de Mateus, un capolavoro progettato da Nasoni, circondato da graziosi giardini allinterno di una grande tenuta. Questo spazio è noto in tutto il mondo perché è letichetta del vino Mateus Rosé.

Eventi culturali

La regione duriense organizza vari eventi nel corso dellanno, alcuni di portata internazionale.

I più noti e ricercati sono il Festival Douro Internacional Jazz, il Festival e Concurso de Guitarra Clássica de Sernancelhe, il Douro Film Harvest e la Bienal Internacional de Gravura do Douro.

Per combattere contro la stagionalità, il Douro promuove anche fiere medioevali di artigianato, vini, prodotti regionali e gastronomia.

In quasi tutte le sedi del Consiglio, ci sono auditori municipali e centri culturali che organizzano spettacoli teatrali, cinema e concerti.

Fai un salto al Teatro Ribeiro Conceição di Lamego e di Vila Real. A Régua, visita il Museu do Douro.

Cosa fare

  • A febbraio e a marzo, percorri la Rota das Amendoeiras, un viaggio in treno fra Porto e Pocinho, con tre percorsi ferroviari, per ammirare i campi in fiore con tonalità bianco e rosa.
  • Percorri il fiume Douro a bordo di una barca-hotel partendo da Porto.
  • Se ti trovi a Vila Real destate, non perdere gli \"Encontros de Música da Casa de Mateus\" che si realizzano ogni anno.
  • Osserva gli uccelli e pratica attività allaria aperta nei parchi naturali di Alvão e del Douro Internacional.

Parco naturale di Alvão

Vicino alla Serra do Marão, il Parco naturale di Alvão, nato nel 1983, è un rifugio privilegiato per losservazione di animali e uccelli in via di estinzione.

Ad Alvão, fai tappa al villaggio di Ermelo per ammirare le impressionanti cascate della Fisgas do Ermelo.

Parco naturale del Douro Internacional

Nato nel 1998, il Parco naturale del Douro Internacional occupa unarea di 85.150 ettari e include due altopiani, uno a nord e uno a sud, in cui i fiumi Douro e Águeda hanno scavato, nel corso dei secoli, delle profonde valli granitiche con scarpate di fino a 200 metri di altezza!

Visita laltopiano mirandese, la valle della Ribeira do Mosteiro, a Freixo de Espada alla Cinta, e lacquedotto di Santa Maria de Aguiar, a Figueira de Castelo Rodrigo.

I parchi naturali di Alvão e del Douro Internacional sono siti privilegiati per losservazione di uccelli e la pratica di attività allaria aperta.

Nei pressi di questultimo, si trova il Parco archeologico di Vale do Côa, il più importante sito con arte rupestre paleolitica allaperto del mondo.

Come arrivare

A destinazione di Porto, ci sono voli low cost, da Londra (Stansted e Gatwick), Parigi (Beauvais, Orly, Vatry e Charles de Gaulle), Marsiglia, Lille, Tours, St. Etienne, Bologna, Bordeaux, Lione, Tolosa, Madrid, Barcellona El Prat, Tenerife, Valencia e Palma de Maiorca.

Solo destate, ci sono voli low cost da Liverpool, Las Palmas, Carcassonne, Rodez e Nantes.

A tariffe normali, ci sono collegamenti aerei da Londa Gatwick, Madrid, Barcellona e Parigi Orly.

DallAeroporto Internacional Francisco Sá Carneiro, il modo migliore per arrivare al centro della città di Porto è la metropolitana. Il viaggio dura circa 30 minuti.

Per raggiungere il Douro, percorri la strada statale 108 fino a Entre-os-Rios e prosegui per la riva del fiume Douro fino a Régua. Oppure, prendi la IP4, che colega i distretti di Porto, Vila Real e Bragança, e quindi prosegui per le strade nazionali e comunali.

Be inspired

Choose your journey, find new places, have some fun and create memories for a lifetime.

Maggiori informazioni

Articoli correlati

Douro: Valle del Tua

Maggiori informazioni

Douro Meraviglioso

Maggiori informazioni

I luoghi dichiarati patrimonio dell’umanità

Maggiori informazioni

Alla scoperta dei luoghi dove nasce il vino di Porto.

Maggiori informazioni